• 2 Febbraio 2023

Nextopp e il valore del recruiting

 Nextopp e il valore del recruiting

Gioia e Guenda Novena

Tra i giovani imprenditori, protagonisti di questo numero dedicato al tema lavoro, le sorelle Gioia e Guenda Novena, con la loro recruitment company Nextopp, hanno creato un punto di riferimento per tutti quei professionisti che vogliono trovare una nuova opportunità (next opportunity). Gioia ha iniziato fin da subito la sua carriera nella ricerca e selezione del personale in multinazionali di head hunting, Guenda invece arriva dal marketing e dal mondo degli eventi B2B a livello internazionale ed è stata per diversi anni responsabile marketing in multinazionali tecnologiche

“Ci siamo accorte come le nostre competenze nel recruiting e in marketing & comunicazione fossero estremamente complementari per strutturare una società di head hunting – spiega Gioia Novena – per reclutare candidati ci vogliono infatti conoscenze in merito alle tecniche di recruiting ma anche competenze su come impostare una comunicazione efficace per attirare i talenti verso le tue offerte di lavoro. “Così abbiamo fondato Nextopp – aggiunge Guenda – che ad oggi, attraverso la divisione Recruiting, seleziona candidati per le aziende soprattutto in ambito digitale e tecnologico ed attraverso la divisione Learning, ha sviluppato la prima piattaforma in Italia di videocorsi che insegnano alle persone a cercare lavoro e superare i colloqui”.

Quali sono i cambiamenti portati dalla rivoluzione digitale degli ultimi due anni nel settore in generale?

La rivoluzione digitale ha cambiato i processi di recruitment attraverso il video recruiting in differita: le aziende chiedono ai candidati non solo di inviare il classico CV ma anche video di presentazione, vedi Tik Tok e LinkedIn. Un altro sistema innovativo è il recruiting gamification, un nuovo modo di concepire il processo di selezione del personale basato sulle tecniche del gioco: attraverso un videogioco, infatti, il candidato deve superare delle prove che permettono di verificare le sue competenze pratiche. Si prosegue poi con l’Intelligenza Artificiale: nella fase di screening dei candidati, per aziende che ricevono migliaia di candidature per ciascuna posizione, ci sono software che permettono di scremare i video in differita inviati dai candidati analizzando automaticamente le soft skill e generando un ranking di candidati dai quali attingere. Il social recruiting, infine, è un altro metodo innovativo che consiste nell’utilizzare i social network per trovare, attrarre, costruire relazioni ed assumere i candidati più validi.

Dal vostro punto di vista quali sono le competenze attitudinali più richieste dalle aziende post pandemia?

Imprenditorialità, ossia la capacità di lavorare all’interno dell’azienda con un mindset imprenditoriale. L’abilità nel generare idee innovative e metterle a disposizione dell’azienda per la quale si lavora, fino anche al punto di sviluppare internamente un progetto di startup. Una comunicazione efficace per tenere salde le relazioni con colleghi e responsabili, molti dei quali in remote e smart working e dislocati in diverse aree geografiche. La tempestività: in un mondo sempre più veloce, se non cogli l’attimo, hai perso il treno. Gli imprenditori si sono ritrovati in questo periodo a dover prendere decisioni in tempi record per non far soccombere i propri business e stare al passo con la concorrenza. Hanno bisogno di collaboratori veloci e tempestivi. Curiosità per mantenersi aggiornato sulle nuove tecnologie ed apprendimento continuo per utilizzarle al meglio.

Con Nextopp avete dato un approccio più antropocentrico all’attività di recruitment: cosa avete fatto nel concreto?

Oggi non è più solo l’azienda a scegliere chi assumere, ma è anche il candidato a scegliere dove andare a lavorare. Alla luce di questo, le aziende devono comprendere l’importanza di riuscire a farsi percepire come dei datori di lavoro desiderabili nei confronti di chi cerca lavoro. Per coltivare relazioni di fiducia con i nostri candidati condividiamo contenuti informativi gratuiti su come cercare lavoro ed ogni mese diamo la possibilità ai candidati di sottoporci le loro domande durante le nostre sessioni live su LinkedIn. Stiamo accorciando le distanze tra candidati ed head hunter ed abbiamo aumentato in modo considerevole la capacità di attrarre talenti che poi presentiamo alle aziende nostre clienti. Abbiamo appena concluso una partnership con Miller Group che da anni offre un portfolio di servizi in ambito risorse umane a migliaia di HR Director sul mercato italiano e con la quale nasceranno sinergie per aiutare le aziende a diventare più attrattive agli occhi del mercato dei candidati.

Per approfondimenti: Nextopp

Paola Carella

Leggi anche