• 20 Giugno 2024

Pandolfini, la casa d’aste guarda al futuro

 Pandolfini, la casa d’aste guarda al futuro

Technicolor Madonna di Wondermundo

Pandolfini “DIGITAL INVASION”: al via la seconda asta online di opere NFT
La più antica casa d’aste italiana continua a guardare al futuro investendo nell’arte certificata da blockchain

Un’esplosione di immagini e nuovi linguaggi, “Digital Invasion”, la seconda asta a tempo di arte digitale organizzata da Pandolfini. È così che la casa d’aste italiana annuncia il prossimo evento online – in programma dal 7 al 12 giugno su Pandolfini.it – organizzato dal recente dipartimento NFT, primo e unico in Italia, guidato da Claudio Francesconi.

Con “Digital Invasion”, Pandolfini conferma la sua solida presenza in questo panorama, dimostrando, ancora una volta, la capacità di anticipare e cogliere il crescente interesse nazionale verso il mercato dei Non Fungible Token.

«Abbiamo approcciato questo nuovo modo di fare arte con la prima asta online dedicata a NFT e digital art lo scorso settembre. Se la prima asta aveva un’impostazione segnatamente curatoriale, con una rigida selezione di artisti le cui opere seguivano un tema definito, questa volta la “raccolta” dei lavori e degli artisti è stata molto più libera, permettendoci di mettere insieme un portfolio di diverse decine di NFT di grande qualità», afferma Claudio Francesconi. «Con l’asta di quest’anno vogliamo renderci protagonisti di questo mercato in un momento particolarmente propizio per gli NFT, grazie ai continui investimenti da parte di diverse realtà internazionali del mondo dell’arte che contribuiscono ad aumentare la credibilità e la qualità di questo settore, attirando una nuova generazione di collezionisti», conclude il capo dipartimento.

Dalle animazioni 3Dalla fotografia, dal disegno manuale all’arte generativa astratta, sono molteplici i linguaggi creativi dell’arte digitale utilizzati per la creazione delle opere in asta.
Una selezione che riserva notevole rilevanza allo scenario nazionale in forte crescita, come dimostrato dai numerosi eventi del settore, organizzati in diverse aree geografiche del Paese.

Un’asta, quella di Pandolfini, che si inserisce in un tempo scandito da una tecnologia in cui i lavori digitali diventano vendibili, eternamente tracciabili, inalterabili e infungibili. La casa d’aste, con questo evento, vuole perlustrare le differenti dimensioni artistiche nel mondo degli NFT, con un’ampia gamma di creazioni digitali dal valore monetario eterogeneo, in grado di attirare non solo grandi collezionisti di questo settore, che intendono diversificare o ampliare la propria collezione con opere digitali di ottima fattura a prezzi concorrenziali, ma anche giovani e curiosi, interessati ad entrare per la prima volta in questo mercato ultra-dinamico e fortemente ingaggiante.

“Digital Invasion” è un’occasione unica per inserirsi in questo nuovo tipo di collezionismo. Grazie alla semplificazione dei processi di acquisizione degli NFT, diventa possibile per chiunque approcciarsi al mondo dell’arte digitale. E per avvicinare un pubblico sempre più vasto al mondo degli NFT, Pandolfini sceglie il formato consolidato dell’asta online, in cui gli utenti potranno acquistare le creazioni digitali di loro interesse semplicemente in euro, evitando la complessa e rischiosa conversione delle proprie finanze in criptovalute.

L’appuntamento firmato Pandolfini permette di aggiudicarsi creazioni digitali, in passato considerate crypto-asset ad uso esclusivo di investitori temerari, oggi vere e proprie opere d’arte richieste dai maggiori musei al mondo, come la grande e impressionante opera di Refik Anadol al MOMA di New York.

Una nuova arte da poter esporre su dispositivi smart di nuova generazione, che stanno prendendo sempre più piede nella vita di tutti i giorni.
L’asta a tempo è in programma dal 7 al 12 giugno su Pandolfini.it. Il dipartimento NFT è a disposizione per qualsiasi informazione e assistenza.

Italia economy - Pandolfini, la casa d'aste guarda al futuro
Lele Gastini – Identitas

PANDOLFINI
Fondata nel 1924 a Firenze, Pandolfini è la più antica casa d’aste italiana con sedi a Firenze, Milano e Roma.
Tra i players principali del mercato dell’arte italiano e internazionale, negli anni Pandolfini ha ampliato le proprie aree d’interesse, affiancando ai dipartimenti di antiquariato, dipinti antichi, dell’800, moderni e contemporanei, mobili e arredi, gioielli e argenti, quelli dedicati a vini di pregio e da collezione, reperti archeologici e arte orientale, oltre che all’arte digitale.

IL DIPARTIMENTO NFT
L’apertura del dipartimento NFT, primo e unico in Italia, è, per Pandolfini, una scelta guidata dalla consapevolezza di quanto potenziale di crescita abbia questo mercato, in grado di rivoluzionare l’ambito artistico e finanziario. Gli NFT, oggi, rappresentano la perfetta fusione tra l’arte – la parte creativa – l’informatizzazione della realtà -sperimentata nel quotidiano – e i nuovi asset finanziari – fortemente dinamici.
Nuova forma di espressione, gli NFT sono innegabilmente un incredibile sistema di rappresentazione dell’unicità creativa, garantita dalla blockchain, in grado di registrare in totale sicurezza questo tipo di certificazioni.

Lele Gastini - identitas
Francesco Tortorella – Dialogue Pistol

 

Leggi altri articoli: I Protagonisti

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche