• 13 Luglio 2024

Famiglie e imprese tornano protagoniste del mondo del lavoro

 Famiglie e imprese tornano protagoniste del mondo del lavoro

In Gazzetta Ufficiale il provvedimento con le disposizioni per creare occupazione, favorire l’inclusione sociale, contrastare la precarietà e aumentare le tutele della sicurezza sul lavoro

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 4 maggio 2023 n. 103 il decreto-legge n. 48/2023 con le misure urgenti per l’inclusione sociale e l’accesso al mondo del lavoro. Le disposizioni sono in vigore a partire dal 5 maggio 2023.

Soddisfazione è stata espressa dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Marina Calderone che ha sottolineato come famiglie e imprese tornano ad essere le protagoniste del mondo del lavoro. «Con queste misure, il Governo pone l’attenzione sulle politiche attive, sulle semplificazioni e sulla tutela e la sicurezza del lavoro», ha spiegato il Ministro, ricordando come l’esecutivo sia al lavoro per rendere strutturale anche il taglio del cuneo fiscale. «Tante misure che mostrano la visione e la strategia più inclusiva che il mondo del lavoro deve avere», ha concluso.

Attraverso il decreto-legge n. 48/2023 si istituisce dal primo gennaio 2024 “l’assegno di inclusione” riservato alle famiglie con minori o disabili oppure con un componente di oltre i 60 anni di età e il “supporto per la formazione e il lavoro” per le persone in età da lavoro (18-59 anni) mediante la partecipazione a progetti di formazione, di qualificazione e riqualificazione professionale, di orientamento, di accompagnamento al lavoro e di politiche attive, già dal prossimo 1° settembre.

Previsto un taglio del cuneo fiscale per i lavoratori subordinati a basso reddito per il periodo di paga luglio – novembre 2023: fino a sei punti per i redditi tra i 25mila e i 35 mila euro (tre volte di più di quanto previsto fino ad oggi) e sette punti per i redditi sotto i 25mila euro (dagli attuali tre).

Il provvedimento, fra le diverse misure, racchiude poi norme per aumentare tutele e vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro, anche in riferimento agli ambienti scolastici e ai percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento. Il decreto-legge consente l’accesso alla maggiorazione dell’Assegno Unico Universale per i genitori vedovi, introduce semplificazione amministrative e incrementa il Fondo Nuove Competenze a sostegno dei percorsi di aggiornamento dei lavoratori.

Per contrastare il fenomeno dei NEET, è previsto un incentivo per la loro assunzione a tempo indeterminato con contratti siglati tra il 1° giugno e la fine del 2023, cumulabile con altri incentivi. Parimenti, si è disposta l’istituzione di un Fondo per riconoscere un contributo a enti del Terzo Settore, organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e Onlus che assumano – o abbiano assunto – con contratto a tempo indeterminato under 35 con disabilità tra il 1° agosto 2022 e il 31 dicembre 2023.

Fonte: Ufficio Stampa Ministro del Lavoro

Leggi anche: “Economia

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche