• 20 Giugno 2024

Crowdfunding Festival: opportunità e rischi di un settore in crescita

 Crowdfunding Festival: opportunità e rischi di un settore in crescita

Lemonway: “Perdite per miliardi di euro se l’Italia  non sblocca la questione del regolamento europeo”

 

 

PADOVA, 30 maggio 2022. Dopo aver fatto tappa a Roma, si rinnova l’appuntamento con il Crowdfunding Festival 2022, che venerdì scorso, a Padova, ha trattato, tra gli altri, il tema del crowdfunding come risorsa per imprese e startup e l’introduzione del nuovo regolamento europeo. Al festival, che si è tenuto presso il Fenice Green Energy Park e che rappresenta il punto di riferimento per tutto il settore, ha partecipato anche Lemonway, main partner per il 2° anno consecutivo, che ha contribuito al successo dell’evento mostrando, assieme agli altri relatori, l’andamento, la crescita e il potenziale del crowdfunding in Italia.

Lemonway – istituto di pagamento francese per piattaforme di finanza alternativa e marketplace e leader nel crowdlending in Italia – ha contribuito alla discussione sul tema centrale dell’appuntamento, ovvero l’implementazione della nuova regolamentazione europea del crowdfunding. L’ultima comunicazione dell’ESMA, autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati, sottolinea che solo le piattaforme che avranno presentato la domanda per le ESCP, entro il 1° ottobre 2022, potranno continuare il loro business durante il periodo transitorio. L’Italia vive una situazione di ritardo nell’applicazione del regolamento e l’imminente deadline rischia di far cessare l’attività delle piattaforme nel caso in cui non ottengano la compliance necessaria.

“Il crowdfunding è una realtà in costante sviluppo e una risorsa vitale per l’economia italiana. Perdere le piattaforme fintech, che avviano e gestiscono raccolte fondi di vario genere, significherebbe privarsi di circa 3,5 miliardi di euro destinati a startup e PMI italiane” questo il monito lanciato da Luca Fabris, Senior Sales Representative ed esperto Lemonway per il mercato italiano.

“Partecipando al Festival, Lemonway ha voluto fare chiarezza su un tema centrale per tutto la industry e offrire la propria expertise sullo status ECSP e sulle nuove regole per i provider europei di servizi di crowdfunding. Se da una parte il nuovo regolamento europeo ha agitato le acque del settore, dall’altra potrebbe dare una spinta all’economia, normalizzando e semplificando le attività; ma soprattutto accogliere investitori europei, mostrando nuovi mercati e nuove opportunità.” ha concluso Fabris.

Il Crowdfunding Festival 2022 è stata anche un’occasione per capire in che modo i progetti di raccolta fondi portino valore all’ecosistema dell’innovazione italiana esaminando ogni ambito del crowdfunding. In questa occasione, Lemonway ha inoltre ricordato l’importanza della verifica dell’utente per l’antiriciclaggio e l’obiettivo di sostenere un’educazione finanziaria delle piattaforme e dei marketplace raggiungendo un’economia più agile.

 

LEMONWAY

Lemonway è un istituto di pagamento paneuropeo dedicato a marketplace B2B, B2C, C2C e a piattaforme di finanza alternativa alla ricerca di payment processing, wallet management e pagamenti di terze parti con un’adeguata verifica antiriciclaggio (AML) e dell’utilizzatore (KYC). 400 piattaforme si affidano a Lemonway, di cui 200 operano nel mondo del crowdfunding. Ad oggi Lemonway ha aperto 8 milioni di e-wallet per gli operatori delle piattaforme e ha raccolto 50 milioni di euro da tre fondi di investimento, Breega, Speedinvest e Toscafund. Lemonway è autorizzata e regolata dall’ACPR (Autorité de contrôle prudentiel et de résolution) e beneficia del “passaporto finanziario UE” in 30 Paesi. L’azienda con sedi a Parigi (HQ), Londra, Madrid, Milano e Amburgo conta più di 180 persone di 21 nazionalità diverse.

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche