• 16 Aprile 2024

In-Linea vince il primo Hackathon

 In-Linea vince il primo Hackathon

Premiazione InLinea

In-Linea, il progetto che rende accessibile la formazione per le persone con dislessia, vince il primo Hackathon di Enzima12

La dicotomia che vede da un lato il cambiamento del mondo del lavoro e dall’altro la necessità sempre più urgente di nuove competenze si risolve solo con il tema della formazione continua: Enzima12 ribadisce l’importanza del lifelong learning e organizza il primo Hackathon in Italia che ha dato vita a progetti innovativi come In-Linea

In un mondo aziendale in continua evoluzione, è essenziale garantire che il trasferimento di conoscenze avvenga in modo efficace e soprattutto inclusivo. Trasformare percorsi formativi digitali rendendoli maggiormente inclusivi per le persone con dislessia e, più in generale, DSA, è l’idea vincente dietro al progetto “In-Linea”, plug-in per LMS per rielaborare i contenuti formativi e renderli più accessibili a tutti.

Una proposta brillante e innovativa, ideata dal giovanissimo team di ragazzi tra i 22 e i 23 anni composto da Gaia Leuzzi, Beatrice Lai, FIlippo Murgia, e Anna Romanini, che ha risposto alla sfida dell’inclusività della formazione lanciata da Enzima12 (venture builder operante nei settori dei servizi per la formazione e per il lavoro), con “Hacking Lifelong Learning”, il primo Hackathon in Italia sulla formazione continua.

Il progetto ha vinto, oltre ad un premio economico, la possibilità di accedere a un percorso di selezione per accelerazione con 12Venture, Startup Studio EdTech di Enzima12.

Questo primo appuntamento, vinto proprio dal progetto “In-Linea”, è stato aperto a studenti, startupper e giovani professionisti, con l’obiettivo di far progettare un sistema, una soluzione o un’idea in base a tre sfide: aumentare la consapevolezza sull’importanza del lifelong learning, consentire la valorizzazione delle competenze per percorsi coerenti e personalizzati e garantire l’inclusività degli ecosistemi dedicati all’apprendimento continuo.

Il primo appuntamento dell’hackathon si è svolto online il 16 marzo: dopo la presentazione e l’apertura, i partecipanti hanno avuto la possibilità di sviluppare la loro idea dal 17 al 22 marzo, grazie al supporto di un Mentor, lavorando su una delle tre sfide.

L’evento conclusivo si è poi tenuto sabato 23 marzo a Roma, con una giornata dedicata interamente alla presentazione delle idee: un’occasione di networking e ispirazione per il settore, grazie alla presenza di personalità di spicco e imprenditori che hanno potuto portare sul campo la loro esperienza concreta.

Durante l’evento si è tenuta infatti la tavola rotonda “Innovazione nelle politiche formative, le attuali sfide: Consapevolezza, Accessibilità & Inclusione, Personalizzazione”, che ha coinvolto Massimo Cantafia, Area Promozione, Comunicazione e Sviluppo – FonARCom, Francesco Luccisano, Head of External Relations, Sustainability and Corporate Academy – IP – Gruppo api, Alberto Giusti, Business angel e Venture capitalist, Gianluca Misuraca, Co-Founder and Vice-President – Inspiring Futures SA, Michele Tamburrelli, Esperto di politiche formative e politiche del lavoro, Kevin Giorgis, Presidente – EFI Ecosistema Formazione Italia e Fabrizio Gallante, CEO e MP di Enzima12.

I giovani partecipanti all’hackathon hanno presentato 10 progetti innovativi per rispondere alle attuali sfide della formazione continua: nuove idee relative alle sfide lanciate e a una loro possibile soluzione.

Tra queste, ad esempio, spiccano “LiteAI”, un gioco educativo per bambini AI-integrated per il self-learning fin dalla tenera età; “Bridgeability”, una piattaforma HR per categorie protette che connette i talenti alle opportunità professionali e corsi di formazione accessibili; “Ability Hikers”, competenze da portare all’interno di contesti organizzativi per vivere esperienze formative potenzianti ed evolutive.

“Tradizionalmente si è abituati a pensare a percorsi di formazione che partono con la scuola e culminano con l’università, ma in un mondo in continua evoluzione, in cui sono richieste sempre più competenze, questa idea è ormai desueta e la formazione non ha più una data di fine.

Il mercato del lavoro oggi richiede studio e aggiornamenti continui: da qui deriva il concetto di lifelong learning, la formazione continua su cui noi lavoriamo costantemente. Le tre sfide che abbiamo pensato per questo Hackathon sono concrete, le affrontiamo ogni giorno; per questo crediamo che debba crescere la consapevolezza su questi temi, così da rispondere in modo adeguato alle continue trasformazioni che ci circondano” – commenta Fabrizio Gallante, CEO e MP di Enzima12.

About Enzima12
Enzima12 è un venture builder nato nel 2021 che crea, abilita e lancia società nei settori dei servizi per la formazione, dei servizi per il lavoro, dell’edtech e dell’hrtech. La mission è quella di supportare l’innovazione e la crescita di imprese che offrono soluzioni efficaci e sostenibili per le sfide del mondo della formazione e del lavoro. Tra le società del Gruppo Enzima12 ci sono: Skills, A.G.Training, Darwin, Evergon, Funding42, 12Venture e, al suo interno, startup come Formatori Italiani e Dokimazo.

 

Leggi altro su Innovazione- Tech

Redazione

Leggi gli ultimi contenuti pubblicati anche sulla nostra testata nazionale https://www.italiaeconomy.it

ADV

Leggi anche